ISOLIAMO ALCUNE "PERLE"
DALLA VOLUMINOSA LETTERATURA SINCERT

Tutti devono sapere, Autorità comprese, che per ottenere l'Accredito SINCERT è indispensabile, e sottolineiamo indispensabile, che l'Organismo di Certificazione abbia emesso - prima dell'Accredito - un certo numero di certificati, ovviamente NON ACCREDITATI.

Esemplifichiamo dalla comunicazione SINCERT:

TITOLO:

Regolamento per l'accreditamento degli
Organismi di certificazione

1.2.2
Condizione perché un Odc possa essere accreditato è che:
sia conforme ai requisiti applicabili e definiti nel presente Regolamento, nelle norme e nei documenti di riferimento riportati nell'Allegato;
al momento della Visita Iniziale presso la propria sede, lo stesso sia operativo avendo emesso certificati da almeno dodici mesi;
soddisfi i requisiti riportati nel seguito in relazione alle attività per le quali ha richiesto l'accreditamento;
soddisfi inoltre le seguenti condizioni:
certificazione di prodotti: abbia rilasciato almeno una certificazione per ciascun settore richiesto;
certificazione di sistemi di gestione aziendale: abbia certificato almeno tre aziende
per ciascun settore richiesto per schemi di Sistema Qualità (SQ)
per ciascun macrosettore, di cui al §2.12, per schemi di Gestione Ambientale e, per ciascun schema, abbia effettuato almeno una visita di sorveglianza;
certificazione di persone: abbia certificato almeno dieci persone per ciascuna figura professionale, con un minimo di venti certificati complessivamente emessi


1.2.7
Condizione perché un Organismo possa richiedere l'estensione dell'accreditamento ad altri settori (es.: prodotti, settori di accreditamento, figure professionali) sempre all'interno dello schema già coperto da accreditamento, è che soddisfi le seguenti condizioni:
certificazione di prodotti: abbia rilasciato almeno un certificato per ciascun settore richiesto;
certificazione di sistemi di gestione aziendale: abbia rilasciato almeno due certificati per ciascun settore richiesto (o macrosettore in caso di schemi di gestione ambientale);
certificazione di personale: abbia rilasciato almeno cinque certificati per ciascuna figura professionale richiesta.
1.2.10 L'accreditamento, il mantenimento e l'estensione sono subordinati al versamento degli importi secondo l'ammontare e le modalità previste dal Tariffario.


Ora ci domandiamo e speriamo che molti come noi si domandino:

quei certificati emessi prima dell'Accredito SINCERT, sono validi e quindi spendibili anche a corredo documentale per l'ottenimento delle S.O.A. o sono carta straccia?
Se sono validi, come è assolutamente legittimo che siano, validi rimangono anche senza l'Accredito; se invece non sono validi, senza l'Accredito di SINCERT, non possono essere emessi e posti in circolazione e di conseguenza non possono essere accreditati ne da SINCERT ne da altri.

Siamo assolutamente certi che SINCERT non si presterebbe ad avvallare, con un proprio Accredito, un certificato falso e senza alcun valore, quindi riteniamo che applicando il proprio sigillo sui certificati emessi e circolanti anche prima dell'Accredito, SINCERT ne confermi autorevolissimevolmente la assoluta liceità e legittimità.

Vorremmo volentieri astenerci dal commentare le enormi contraddizioni nei comportamenti e nei regolamenti di SINCERT, ma vogliamo, invece, offrire al mercato, agli Enti Pubblici ed alle Autority tutte, un severo ed alto motivo di riflessione:
capiremmo se per erogare l'agognato accredito, SINCERT pretendesse di monitorare l'Organismo di Certificazione allo scopo di verificarne le competenze, la qualità della struttura, la presenza di adeguate professionalità, la funzionalità delle attrezzature, il titolo camerale senza il quale nessuna attività può essere esercitata, la storia professionale e l'evoluzione deontologica dell'aspirante accreditando ma, che SINCERT si limiti a constatare quanti certificati siano stati emessi e da quanto tempo l'Organismo di Certificazione è sul mercato, prima dell'accredito, è una vera "primizia", una "perla" appunto e lo capiamo quindi con riserva, e voi?

Noi ci domandiamo e speriamo vi poniate tutti lo stesso quesito: come mai SINCERT ha scelto la strada meno nobile, più facile e banale per concedere l'Accredito? Perché l'Accredito è una semplice ritualità, non è obbligatorio né confortato da alcuna legge dello Stato ma una scelta discrezionale e volontaria degli Organismi di Certificazione.
SINCERT ha scelto ed applicato la formula del basso profilo e della meccanicità che non implicano decisioni coraggiose; si limita ad erogare una semplice e banale prestazione di servizio a pagamento, assolto il quale i contraenti - SINCERT e l'Organismo richiedente l'Accredito - trovano la loro reciproca convenienza.

SINCERT, ripeteremo fino alla noia, non ha titolo alcuno per esercitare il monopolio che nei fatti impone al mercato, mutilando il legittimo diritto di tutti gli Operatori di scegliersi un proprio referente e ritagliarsi uno spazio professionale indirizzato alla maggiore convenienza, trasparenza e duttilità che solamente una sana concorrenzialità può garantire; SINCERT non può, o peggio non vuole, prendere in considerazione questa eventualità, deve tutelarsi aprioristicamente, tanta è la supponenza e la protervia che loro deriva dall'esercizio di una posizione dominante che tutti gli Operatori subiscono passivamente pena l'esclusione dal mercato.