Mutuo riconoscimento SINCERT-ALIM ALIM-SINCERT
(Istituto Italiano Certificazione Qualità,
Torino, 05 marzo 2001 - Prot. 050301 - FA)

Spett.le
SINCERT
Via Saccardo, 9 - 20134 Milano

e p.c.:
al Presidente ALIM Prof. Franco Opice
Milano - C.so Buenos Aires, 77

alla Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato
Roma - Viale Liguria, 26

all' Autorità di Vigilanza dei Lavori Pubblici
Roma - Via di Ripetta, 246
Att. Consigliere Ing. Alessandro Coletta

al Ministero dell'Industria, del Commercio e
dell'Artigianato - D.G.S.P.C. Ispettorato Tecnico
Roma - Via Molise, 2
Att. Ing. Paolo Cavanna


Oggetto: Mutuo riconoscimento SINCERT-ALIM ALIM-SINCERT


Chiar.mo Presidente,


Le faccio pervenire memoria riassuntiva degli argomenti che sono stati oggetto dell'incontro avvenuto in Milano venerdì 2 u.s. presso la sede SINCERT di Via Saccardo n° 9.

In quella circostanza, tra Lei Ing. Lorenzo Thione in qualità di Presidente SINCERT ed il sottoscritto dr. Alessandro Felloni in qualità di Direttore dell'Istituto Italiano Certificazione Qualità di Torino e Presidente del Gruppo Certificatori aderenti ALIM (Associazione Libere Imprese ) abbiamo convenuto, in ragione della rappresentanza e degli incarichi che significhiamo nelle rispettive realtà di tracciare alcune linee guida tendenti ad indicare comuni obiettivi orientati a pervenire - in tempi canonici - al mutuo riconoscimento tra SINCERT ed ALIM.

Abbiamo quindi verificato l'opportunità di delineare, con successivi incontri da realizzare anche alla presenza del Presidente ALIM, altre ipotesi ed opportunità più mirate e costruttive che il semplice mutuo riconoscimento quali, ad esempio, quelle di pianificare che ALIM possa aderire al protocollo SINCERT e SINCERT al protocollo ALIM; e già sin d'ora abbiamo preso in esame l'opportunità che un tecnico di fiducia ALIM possa entrare a far parte del Comitato di Accreditamento SINCERT, in rappresentanza della nostra realtà associativa, così come un rappresentante SINCERT, analogamente, possa entrare nel Comitato di Accreditamento ALIM.

Ancora e personalmente, come diretto responsabile di altre realtà che operano nel settore della Certificazione di prodotto, quali quelle rappresentate dall'Istituto Italiano Tutela Camicia Artigianale, Istituto Italiano Tutela Mobile Artigianale, Istituto Italiano Tutela Divano Artigianale, della Certificazione "Qualità Immobiliare" insieme alla Certificazione "Usato di Qualità", per il settore automobilistico, Enti Certificanti di recente costituzione e di assai prossima operatività sul mercato, mi sono reso disponibile a richiedere - in tempi brevi - il riconoscimento SINCERT, in abbinamento al nostro accredito ALIM qualora, ovviamente, il percorso soprammenzionato renda possibile e compatibili i due accrediti per reciproca volontà delle parti.

L'intento di codesto accordo in itinere, da perfezionare in successivi incontri, tende a tracciare un percorso comune in virtù del quale la reciproca e già manifestata volontà di collaborare vada nella direzione del rafforzamento della rappresentatività e della riconosciuta leadership del SINCERT nel settore controverso ed autoreferenziato della Certificazione di Qualità e dei relativi accreditamenti, specie in questo momento che vede altri soggetti accreditanti affacciarsi al mercato e fermo restando che la realtà rappresentata da ALIM sia del pari valorizzata da SINCERT:

Ella converrà che avvalersi del contributo di esperienze professionali terze e della partnership di una Associazione di Imprenditori, quale è ALIM, presente sul mercato da oltre venti anni, può ulteriormente contribuire con SINCERT a determinare maggior chiarezza negli obiettivi, univocità nei comportamenti e nei relativi adempimenti, insieme alla dichiarata e costruttiva volontà di entrambi i soggetti di rendere un servizio alla collettività, al mercato ed alle aziende.

In attesa di un riscontro che ancora e più utilmente delinei la volontà reciproca di proseguire e perfezionare gli intenti sopra menzionati, colgo l'occasione per farLe pervenire una calorosa stretta di mano.

Cordialità


Il Direttore
Dr. Alessandro Felloni




1. DOCUMENTO ORIGINALE (formato pdf)
Vedi Documento